La gestione dei progetti nella Pubblica Amministrazione odierna si presenta come un compito complesso e sfidante, che richiede un approccio proattivo e innovativo. Da un lato, è necessario anticipare le esigenze in continua evoluzione del mercato e dei cittadini, dall’altro, rispettare i vincoli esistenti ottimizzando i processi burocratici, digitalizzando le procedure e investendo nella formazione continua del personale. La sfida sta nel bilanciare attentamente queste due esigenze, sfruttando la tecnologia per snellire la burocrazia e promuovere una cultura dell’apprendimento permanente.

La gestione dei progetti nella PA rappresenta una sfida complessa, ma anche un’opportunità per migliorare i servizi offerti ai cittadini. Un approccio proattivo, l’adozione di metodologie di project management e l’aggiornamento continuo delle competenze sono fattori chiave per il successo dei progetti PA. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rappresenta un’occasione unica per accelerare questo processo di trasformazione e portare la PA verso il futuro.

Per approfondire questi temi, abbiamo intervistato l’Ing. Paolo Micozzi, Dirigente di II fascia per il Ministero dell’Università e della Ricerca, nell’ufficio di ‘Pianificazione strategica dei servizi IT, gestione infrastruttura, rete e sicurezza’, un Innovation Manager con una solida esperienza nella gestione di progetti e-government e di trasformazione digitale.

https://youtu.be/FYdEkvxTlQ8

Condividi: