Tags:

Condividi:

  • Federico Landini

    Figlio della Motor Valley emiliana, ha respirato fin dall'infanzia l'aria impregnata di passione e ingegno delle leggendarie case automobilistiche e motociclistiche che popolano quel territorio. Nato 48 anni fa in questa culla di eccellenza, non poteva che essere affascinato dal ruggito dei motori e dalla maestria delle "opere d'arte viaggianti" che solcavano le strade della pianura padana. Fin da piccolo, il suo sogno era di lasciare un'impronta nel mondo dell'automotive, puntando dritto al cuore rosso di Maranello. Laureatosi in ingegneria, ha avuto l'opportunità di realizzare il suo sogno entrando nel Team di Formula 1 della Ferrari durante gli anni d'oro, contribuendo al successo delle vetture che facevano sognare milioni di italiani ogni domenica. Da quel momento in poi, il suo percorso è stato un crescendo di sfide e successi, attraverso ruoli di crescente responsabilità all'interno di Ferrari, Maserati e Alfa Romeo. Ha avuto l'onore e l'onere di mettere le sue competenze al servizio di alcune delle vetture più iconiche e prestigiose prodotte da queste prestigiose case automobilistiche. In particolare, ha guidato progetti come la Maserati Granturismo, la Maserati Levante, l'Alfa Romeo Stelvio e, infine, la creazione della MC20, la supersportiva che ha segnato il ritorno della casa del Tridente nel mondo delle supercar e delle competizioni GT, dopo oltre quattro decenni di assenza. Oggi, in Stellantis, ricopre la posizione di Vice Presidente dell'Ingegneria e Global Chief of Vehicle Dynamics, contribuendo allo sviluppo delle dinamiche dei veicoli di uno dei più grandi produttori automobilistici del mondo. Il suo percorso è un'espressione della passione, dell'impegno e della competenza che caratterizzano l'animo dei talenti che emergono dalla Motor Valley, portando con sé un pezzo di storia e di innovazione in ogni strada che percorre.