SEMINARIO DI PROJECT MANAGEMENT IN ABRUZZO. “INTRODUZIONE AL PROJECT MANAGEMENT SECONDO I PRINCIPI DEL PMBOK®”-Pescara

SEMINARIO DI PROJECT MANAGEMENT IN ABRUZZO

“INTRODUZIONE AL PROJECT MANAGEMENT SECONDO I PRINCIPI DEL PMBOK®

 – Ordine degli Ingegneri di Pescara –

Giovedì pomeriggio 28 marzo presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri di Pescara si è svolto il primo seminario del 2019 organizzato dal Branch Abruzzo del PMI® Central Italy Chapter in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Pescara. L’evento ha riscosso una numerosa partecipazione con “l’en plein” dei posti disponibili: erano presenti, oltre ai consueti soci PMI®, anche numerosi ingegneri iscritti ai vari ordini regionali e professionisti appartenenti ad Enti pubblici ed aziende private abruzzesi interessati ad approfondire la disciplina del Project Management.

Stefania Boni, Direttrice del Branch Abruzzo del PMI® Central Italy Chapter, nonché membro della Commissione di Project Management dell’Ordine degli Ingegneri di Pescara, ha introdotto l’agenda dell’evento e presentato il Project Management Institute – PMI®, con una sintetica introduzione sulla storia dell’organizzazione e sulla sua significativa diffusione a livello mondiale, ripresa poi in modo diffuso ed approfondito a valle degli interventi.

Successivamente, dopo i saluti di benvenuto dell’ing. Maurizio Vicaretti, Presidente della Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Pescara, che ha manifestato con piacere il suo stupore per la nutrita platea di partecipanti, l’ing. Milena Coccia, Dirigente Tecnico del Comune di Ortona (CH), ha catturato da subito l’attenzione della platea con degli interessanti richiami alle origini e all’evoluzione storica della disciplina del Project Management. L’ing. Coccia ha illustrato la nuova struttura del Codice degli Appalti e la sua correlazione con la disciplina del Project Management, descrivendo ampiamente la figura del Responsabile Unico del Procedimento, dei suoi compiti e delle sue responsabilità, oltre che delle competenze professionali ed abilità richieste dal nuovo assetto normativo. In ultimo ha parlato delle due norme di riferimento per la disciplina: la norma UNI ISO 21500, relativa alla disciplina del Project Management, e la norma UNI 11648:2016, relativa alla certificazione delle conoscenze, abilità e competenze del Project Manager, richiamando oltrettutto il forte contributo dato dal PMI® nella stesura delle stesse.

Nel corso del terzo intervento Umberto Surricchio, PMP® e PMI-ACP® , Volontario e Responsabile per l’area di Pescara e Chieti del Branch Abruzzo del PMI® Central Italy Chapter e Project Manager presso Engineering I.I. S.p.A., ha introdotto la disciplina secondo lo standard del PMI – il PMBOK® Guide nella sua 6° edizione – illustrando le caratteristiche generali di un progetto e del suo ciclo di vita, i principi fondanti del Project Management e le figure di riferimento che agiscono e interagiscono tipicamente in un progetto.

Nel corso dell’intervento successivo Matteo Caporale, PMP® e volontario del Branch Abruzzo del PMI® Central Italy Chapter, ha descritto la struttura delle “Knowledge Areas” (le Aree di Conoscenza) e dei ”Processi” di Project Management ad esse correlati, con un focus sulle seguenti aree di conoscenza ed i relativi processi: “Scope”, “Schedule”, “Cost” e “Stakeholders”.

La platea si è dimostrata molto interessata a tutti questi temi fondamentali interagendo con i relatori in diversi momenti del seminario.

A seguire sono stati portati due Case Study nel settore Engineering&Construction: nel primo esempio l’ing. Jacopo Benedetti, PMP®, volontario del PMI® Central Italy Chapter e Vicepresidente della Commissione Project Management in ambito civile ed ambientale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, nonché responsabile della “Project Management Academy & Integrated Management System” in PROGER S.p.A., ha dimostrato come l’applicazione della disciplina nell’ambito di grandi opere pubbliche, soprattutto internazionali dove sono richiesti i massimi livelli di qualità e professionalità, sia garanzia di pieno successo. L’ing. Benedetti ha mostrato come nei “mega-progetti” di costruzione le metodiche, gli strumenti e tecniche, declinati dalla disciplina del PMBOK®, siano pienamente utilizzabili con grande profitto in termini di risultati complessivi attesi del progetto. Con il secondo case study l’ing. Carlotta Milan, certificata IPMA Level D e assistente nella “Project Management Academy & Integrated Management System” in PROGER S.p.A.,  ha riportato il focus sul territorio nazionale evidenziando che la grande complessità di opere pubbliche, che coinvolgono molti “stakeholders” pubblici e privati, possano essere governate con efficacia ed efficienza implementando opportunamente i metodi, le tecniche e i tool che la disciplina suggerisce. Anche in questi casi di studio, nonostante il tempo dell’evento volgesse alla sua parte finale, la platea si è dimostrata ancora una volta interessata ed interagente con i relatori!

Infine Stefania Boni, Direttrice Branch Abruzzo del PMI® Central Italy Chapter, ha illustrato gli standard di riferiemnto del PMI®,  le diverse credenziali di certificazione che sono rilasciate e quali sono le attività promosse dal  Chapter e dal Branch nel territorio abruzzese.

Nel ringraziare tutti i partecipanti e facendo seguito agli ultimi dibattiti si è arrivati alla fine dell’evento avendo la sensazione diffusa di aver lasciato ai partecipanti un nutrito bagaglio di spunti di riflessione ed idee da approfondire.